Vitamina D: un fattore cruciale per il sistema immunitario

Vitamina D: un fattore cruciale per il sistema immunitario


Vitamina D: un fattore cruciale per il sistema immunitario

Vitamina D che cosa è?

La Vitamina D è una sostanza liposolubile (si scioglie nei grassi) che appartiene ad un gruppo di pro-ormoni :D1, D2, D3, D4 e D5. Essa viene prodotta dal nostro organismo attraverso l’azione delle radiazioni solari grazie a una serie di reazioni chimiche.

Un po di storia: la Vitamina D fu scoperta nel 1919 quando si accertò che i bambini affetti di rachitismo (una malattia che colpisce i bambini e che provoca un difetto di ossificazione) guarivano con l’esposizione ai raggi ultravioletti. Poi nel 1930 fu identificata la struttura della Vitamina D

A che cosa serve questa Vitamina?

Favorisce l’assorbimento e il deposito di calcio e fosforo necessario per la crescita dei bambini e per evitare l’osteoporosi quando si diviene adulti (quando lo scheletro diviene più sensibile alle fratture)

Ma se io ho troppa  Vitamina D cosa  succede ?

Si possono avere forti nausee e diarrea ma anche dolori muscolari, che poi si susseguono a una serie di calcificazione dei tessuti molli come gli organi

E se invece ho una carenza di Vitamina D ?

Si possono contrarre le malattie precedentemente citate come rachitismo o osteoporosi

Vitamina D e Obesità ?

La Vitamina D si assorbe e va a finire per lo più nel tessuto adiposo e qui rilasciata nell’organismo ; più una persona e’ grassa più la vitamina D si diluisce nel grasso e più uno pesa e più può avere carenza di Vitamina D

La Vitamina ha qualche influenza nel sistema immunitario?

Certo, infatti secondo degli studi migliora le prestazioni della seconda linea difensiva ovvero i fagociti (coloro che divorano gli agenti patogeni ) e aiuta ad affrontare difficoltà respiratorie.

Quando il nostro organismo viene a contatto con Virus o batteri (agenti patogeni esterni) le nostre cellule T ( cioè le cellule del sistema immunitario ) cominciano a replicarsi e divenire sempre più numerose per affrontare l’attacco virale. Per potersi replicare queste cellule T hanno bisogno di un attivatore … cioè di qualcosa che gli dia il “via” e questo attivatore è proprio la vitamina D

(Fonte : Nature immunology )

Quindi la Vitamina D puo’ essere d’aiuto anche nel combattere il Coronavirus che sta flagellando il nostro paese e il mondo intero ?

Secondo due studiosi dell’università di Torino che hanno analizzato le cartelle cliniche di molti ricoverati per Coronavirus in questi giorni , tali pazienti , nella quasi totalità dei casi avevano una carenza di Vitamina D (principalmente calcitriolo) e hanno suggerito a tutti i medici di somministrare dosi del calcitriolo ai pazienti, come terapia di supporto ai farmaci già utilizzati

(Fonte: Repubblica )

Però è solo un ipotesi, perché non e considerata una certezza?

Non è considerata una certezza perché secondo una specialista del università-ospedale Careggi di Firenze l’esame degli studi effettuati a Torino indicava una popolazione prevalentemente anziana in cui la carenza di Vitamina D è normale quindi non è sicuro mettere in correlazione i livelli bassi del calcitriolo con il Covid-19

(Fonte:  AdnKronos  )

Quindi cosa possiamo dire in conclusione ?

Come abbiamo capito la vitamina D ha molte funzioni nel nostro organismo e affinché si abbia vitamina D in quantità adeguate è necessaria una adeguata esposizione solare e una alimentazione adeguata.
La quarantena di questo lungo periodo non ha favorito di certo la nostra esposizione alla luce solare. Quindi cosa fare ? Prendere un farmaco? I farmaci a base di vitamina D , anche in base alle recenti indicazioni Aifa (agenzia del farmaco) vanno presi SOLO per carenze accertate da esami del sangue. Rimane la facoltà di integrare le nostra alimentazione con integratori a basso contenuto di vitamina D che insieme al sole e alla alimentazione sono requisiti essenziali per la nostra salute .. .a tutta vitamina.

Davide Mariottini (studente della facoltà di farmacia di Perugia)

 



× Serve un aiuto?